Sin dalla notte dei tempi, l’uomo è sempre stato affascinato dalla bellezza. Può essere la causa della sua più grande gioia o del suo più grande fallimento, come nel caso di Adamo ed Eva durante la creazione. Poeti e cantanti hanno cantato paean sul fascino dell’uomo per la bellezza e persino le antiche civiltà  hanno commemorato le cose belle, non diversamente dai regolari concorsi di bellezza che riuniscono le donne più belle del mondo almeno una volta all’anno.
bellezza-e-mitologia

La bellezza è un concetto universale che è difficile da definire ma è compreso da tutti. Ad esempio, potremmo lottare per spiegare noi stessi quando chiediamo cosa è bello per noi. Ma se ci viene chiesto di indicare una bella donna in un gruppo, gli uomini lo fanno facilmente e naturalmente. Come dice il proverbio, quando si tratta di grandi bellezze, lo sappiamo quando lo vediamo.

Nei tempi antichi, le persone erano così innamorate del concetto di bellezza da deificare in realtà  la bellezza identificando e adorando le dee femminili.

Afrodite è la dea dell’amore e della bellezza nella mitologia greca. La sua leggenda dice che è nata dalla schiuma del mare (“schiuma-sorto”) dopo un monumentale scontro tra il titano Crono e il dio Urano. Secondo gli scritti, Crono tagliò i genitali di Urano e li gettò nel mare “e la schiuma bianca sorse dalla carne immortale, con essa una ragazza crebbe”.

Freya è la dea della fertilità  e dell’amore, del sesso, della guerra, della bellezza, delle profezie e dell’attrazione nella mitologia norrena. Come la donna moderna, Freya era pazza dei gioielli. Ha chiamato sua figlia “Hnoss”, che significa “gioiello”.

Lakshmi è la dea della ricchezza, della luce, della saggezza e della fortuna, così come (secondariamente) fortuna, bellezza e fertilità  nella mitologia indù. Lei è la dea che si adatta meno alla nostra visione convenzionale della bellezza. Lakshmi è spesso raffigurata come una bella donna con quattro braccia che sedeva su un loto e proiettava un aspetto benigno.

Venere, la dea romana dell’amore e della bellezza, è la più famosa di tutte le dee della bellezza. Quando la pittura e la scultura dominavano il periodo rinascimentale dell’Europa, Venere era un soggetto molto popolare tra gli artisti, che la ritraggono spesso in uno stato di nudità .

Condividi questo articolo!